Cade la maschera. Guardate in faccia la follia.

Il cabaret, l’intrattenimento, le citazioni: sono le cose che riescono meglio al nostro “prepotente del consiglio”. Ma questo si sa da tempo. Gli elettori non l’hanno votato tanto per le idee, gli ideali o l’ideologia politica, quanto per l’immagine, che in questi giorni ha ufficialmente riempito quel posto che storicamente si era liberato con la morte del suo modello (lui … Continua a leggere