Italia – Libia: l’amicizia che uccide

Il nostro Paese dal 2008 è ufficialmente amico, oltre che partner commerciale e politico, di un regime dittatoriale. Sarebbe bastato questo a un popolo che ha a cuore la democrazia per chiedere con forza la revisione del grande accordo con la Libia. Accordo che, tra le altre cose, prevede un importante scambio di armi, mezzi e attrezzatura militare ufficialmente impiegati … Continua a leggere

Tutelare le minoranze o favorire un grande partito? Chi ha in mano la Democrazia italiana?

  Sandro Pertini (fonte Wikimedia Commons)     Siamo un paese di soluzioni e assoluzioni. Minzolini docet. Napolitano ha firmato il “decreto salva PDL nel Lazio tana liberatutti” con l’intento di rimediare a un errore, qualcuno direbbe per “salvare capra e cavoli“? Partito e Democrazia? NO. La legge non può essere fatta per rimediare ai problemi di un partito, e … Continua a leggere

PD: l’autobus antidemocratico

La minaccia di candidatura lanciata da Beppe Grillo alla segreteria del Partito Democratico ha scatenato il finimondo. I massimi esponenti hanno subito chiarito che il PD non è un autobus (taxi, tram… mancava solo che D’Alema dicesse che non si tratta di barca a vela) su cui si sale quando fa comodo. La metafora dell’autobus mi è talmente piaciuta che … Continua a leggere

Ho più che un sogno

Non è questo post che ti convincerà a votare. Non è questo blog che ti farà pensare. Non è neanche internet che ti potrà salvare… … se non hai un’idea da amare e applicare.   Un’idea di libertà, di democrazia che non rimanga un’eterna utopia. Un’idea di vita, di valori e fatica, non solo illusioni e impotenza infinita.   E’ … Continua a leggere

In Italia la Democrazia è un Prato calpestato

E’ vergognoso utilizzare le forze dell’ordine come deterrente contro un dissenso pacifico dei cittadini. E’ vergognoso che i mezzi di informazione trasmettano solo le immagini di un centinaio di persone che incitano Berlusconi a Roma e queste di Prato vengano del tutto censurate. E’ vergognoso che ogni volta che Berlusconi o i suoi ministri si muovano in giro per l’Italia, … Continua a leggere

Il Berlusconi in te

Occorre essere un buon padre e un buon marito per essere un buon politico? Se la risposta è si, le prossime elezioni potrebbero vedere profondamente ridimensionato il consenso nei confronti del Presidente Berlusconi, candidato, oltre che alle europee, al divorzio con Veronica Lario. Questo tuttavia rimane uno scenario abbastanza inverosimile: attualmente il consenso del Premier pare sia in (seppur minima) … Continua a leggere

L’ignoranza della violenza

Sono passati pochi giorni dal mio post sulla marcia dei monaci buddisti nell’ex Birmania e purtroppo sono costretto a ritrattare l’argomento viste le tragiche e violente reazioni che sono seguite. Innanzitutto inquadriamo bene il territorio dell’ex Birmania: E’ uno Stato dell’Asia sudorientale. Occupa parte della costa occidentale della penisola indocinese, è affacciato sul Golfo del Bengala e sul mar delle … Continua a leggere

La marcia per la democrazia

    Quì non c’è stato l’intervento delle forze internazionali. Non sfilano carri armati nel centro delle cittadine dell’ex Birmania. Eppure il regime militare imposto a questo popolo è costato la vita e la libertà a migliaia e migliaia di persone.   Lo sa bene la premio Nobel per la pace San Suu Kyi, leader dell’opposizione birmana, che si ritrova … Continua a leggere

Continuum rotto

L’uomo segue un’evoluzione circoscritta nel suo IO. Resta una involuzione che sprofonda nell’oblio.   Questo mondo è tutto nostro ma ora brucia tra le fiamme. C’è chi scrive con l’inchiostro perchè ha già finito il sangue.   Figli di quest’era vera da pattumiera dove se ammazzi muori o non vai neanche in galera.   Dove siamo tutti bravi a giudicare … Continua a leggere